ESECUZIONE PENALE ESTERNA: IN SERVIZIO DA OGGI 48 VOLONTARI

ESECUZIONE PENALE ESTERNA: IN SERVIZIO DA OGGI 48 VOLONTARI DEL PROGETTO “INSIEME”

 Hanno preso servizio oggi, presso gli Uffici interdistrettuali e la sede del Dipartimento per la Giustizia minorile e di comunità, i 48 volontari selezionati nell’ambito del progetto “Insieme: per un nuovo modello di giustizia di comunità”, elaborato alla fine del 2016 dalla Direzione generale per l’esecuzione penale esterna e di messa alla prova del DGMC.

Il progetto prevede l’inserimento dei 48 volontari (4 per ogni Ufficio interdistrettuale e 4 presso la Direzione generale), in larga parte assistenti sociali e psicologi, con l’obiettivo di coadiuvare il Sistema nazionale dell’esecuzione penale esterna attraverso l’espletamento di attività volte a rafforzare le connessioni con la società civile e a consolidare e sistematizzare la rete di collaborazioni, nonché a migliorare le azioni connesse con le indagini e le altre attività di supporto, al fine di favorire lo sviluppo delle sanzioni di comunità e delle misure alternative alla detenzione.

La corretta implementazione del progetto da una parte porterà benefici alle sedi UIEPE, che potranno svolgere attività di ricognizione e monitoraggio delle risorse ad oggi in parte trascurate a causa della carenza di personale; dall’altra, consentirà ai giovani volontari, per 30 ore alla settimana e la durata di un anno, di confrontarsi con uno dei settori della pubblica amministrazione maggiormente sensibile ai mutamenti sociali e culturali in atto.

Per assicurare continuità al progetto “Insieme: per un nuovo modello di giustizia di comunità”, la Direzione generale per l’esecuzione penale esterna e di messa alla prova elaborerà presto un ulteriore progetto nazionale riguardante anche la misura alternativa della detenzione domiciliare. In tal modo sarà possibile fornire agli uffici interdistrettuali una cornice di riferimento all’interno della quale sviluppare proprie e specifiche progettualità, coinvolgendo anche uffici distrettuali e locali, allo scopo di valorizzare la partecipazione diretta delle varie realtà locali e di singoli professionisti creativi e competenti presenti sul territorio nazionale.

 

Commenti
Condividi:

Lascia un commento