A Pasqua grande assente La Polizia Penitenziaria

La polizia penitenziaria continua la sua assenza, grazie ad una amministrazione poliziache non li rappresenta nemmeno nelle cose più semplici e naturali come la festa di pasqua.

Di recente, dicono alcuni poliziotti in servizio a Catania “siamo stati assente nel tavolo delle trattative per la riorganizzazione dei ruoli. Mentre gli altri corpi di polizia l’hanno fatta da padroni.” e ancora “se dobbiamo essere costretti all’agonia forse è meglio sciogliere il Corpo”.polizia

E’ un coro di sofferenze quello che i poliziotti penitenziari rappresentano, perché vedono scomparire molti di quei diritti conquistati negli anni con grande lotte.

 

Pensapoliziavano di averlo meritato finalmente quel tavolo delle trattative, alla pari degli altri corpi di polizia, ed invece il ministro Andrea Orlando  e il capo del DAP Santi Consolo hanno lasciato “scorrere il fiume” facendo affogare il Corpo  occupandosi soprattutto di detenuti.

I sindacati asseriscono di esserci stati, sempre pronti a rappresentare il Corpo, addirittura qualcuno ha sbandierato le numerose conquiste – ma il personale è stanpoliziaco e la protesta incalza – “altro che poliziaconquiste non possiamo, come i colleghi degli altri corpi, mandare gli auguri di pasqua con allegati quelli dell’amministrazione, perché non esistono. Ormai si è perso il collegamento con il vertice, nessuno spirito di Corpo condiviso”.

Tuttavia i poliziotti non si perdono d’animo e si sono costruiti autonomamente gli auguri da inviare agli amici e parenti per Pasqua, come potete vedere dalle immagini.

MN

 

Commenti
Condividi: