Altra bufala della politica per il popolo – il tamburello “rieducativo”?

Apprendiamo da un  articolo della stampa ( ttp://www.lastampa.it/2017/03/24/societa/entra-in-carcere-il-tamburello-rieducativo-qJQJLxQB6TN4gQN13bORdL/pagina.html) che giocare a tamburello diventa un progetto ed una grande novità nel trattamento in carcere. non sappiamo se questo progetto richiede anche un finanziamento, ma riteniamo uno spreco enorme se lo fosse.

pensate la grande novità della rieducazione e del trattamento – grazie al garante dei detenuti e alla politica dell’attuale ministro e del Capo del DAP Santi Consolo riescono a parlare di progetto anche per fare due tiri a tamburello. Arriveranno a “formare”, così scrive il giornalista nell’articolo,: “fino a 100 detenuti, il progetto è possibile grazie all’interessamento del garante comunale dei detenuti, Davide Petrini, che è professore universitario e attento conoscitore di quel mondo”.  

Quindi il progetto non si occupa soltanto del trattamento (salvare i detenuti) ma anche di salvare le sorti del gioco stesso che sembra destinato a estinguersi lo dice, sempre nell’articolo, Gianni Agosto che spiega che questo è uno di quegli sport da salvaguardare: «È tradizionale, insieme alla pallapugno.

Immaginiamo infine che ci saranno delle lezioni teoriche, probabilmente per comprendere meglio le origini e le tecniche, per affrontare il campionato… e si perchè è previsto anche il campionato.

MN

Commenti
Condividi: