Operazione “G9”, il NIC cattura uno degli Evasi di Rebibbia

 

Grazie ad una estenuante, articolata e particolarmente complessa attività di indagine, gli uomini del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria, in codelega con la Squadra Mobile di Roma, ed in collaborazione con la dipendente articolazione territoriale lombarda, nella serata di ieri hanno catturato ed arrestato, con il contributo della Squadra Mobile di Milano,  il pericoloso latitante albanese Hasanbelli Mikel che, unitamente ad altri due soggetti di etnia albanese, era evaso lo scorso 27 ottobre 2016 dalla Casa Circondariale di Rebibbia N.C., dopo una rocambolesca fuga.

Il Nucleo Investigativo Centrale, che dal mese di Gennaio ad oggi ha già realizzato sei rilevanti operazioni, ha portato segno, con la cattura nel territorio comasco del pericoloso criminale Hasanbelli, un altro importante successo.

Hasanbelli durante la latitanza è rimasto abilmente nascosto nel territorio milanese, con l’obiettivo di organizzare la sua fuga all’estero e sottrarsi alla cattura e all’esecuzione della condanna.

Sui dettagli dell’operazione null’altro si può riferire, poiché sono in corso ulteriori attività investigative per la ricerca degli altri due evasi e l’individuazione dei soggetti che hanno favorito la fuga e la latitanza dell’Hasanbelli.

Esperite le formalità di rito, il pericoloso latitante è stato associato al carcere di milano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti
Condividi: