Droga nel carcere di Caltanissetta, due ritrovamenti oggi

Grazie all’abilita e la professionalità del personale dell’Unità Operativa Colloqui della casa circondariale di Caltanissetta, coadiuvato dall’unità cinofila della Polizia Penitenziaria per la Sicilia, è stato possibile fermare il tentativo di introdurre sostanze stupefacenti all’interno delle sale colloqui dei detenuti.

Una donna, moglie di un detenuto catanese, ha tentato di introdurre la droga, nascondendola in bocca e – presumibilmente – sarebbe stata ceduta con un bacio. L’unità cinofila ha continuato i suoi controlli; a seguito della segnalazione dei cani hanno individuato un altro soggetto, anch’egli familiare di un detenuto che deteneva la sostanza stupefacente all’Interno della propria autovettura. La donna è stata arrestata e l’uomo si trova in stato di fermo.

Commenti
Condividi: